La mia prima volta…e sto morendo di paura!

La mia prima volta come fotografo, unico più che ufficiale, per un evento mondano.
Sarò lì come fotografo cioé, come persona incaricata di un compito che è quello di fare le foto.
Il DJ dovrà saper far ballare la gente. Il bar man dovrà saper far sballare la gente. Io dovrò saper immortalare il tutto, al meglio.

Se i primi due sono fiacchi anche il mio lavoro ne risentirà. Il viceversa no..almeno sul momento, ma, in seguito potrebbe essere scelto “dell’altro” piuttosto che me.

Ho strizza. Ma tanta. Ho al seguito una lente che ho usato poco e con la quale fatico a trovare il giusto feeling. Ho un flash esterno…che non ho mai usato. Né quello, né nessun altro flash esterno.
Per l’obiettivo…direi pazienza. Ne ho altri che conosco molto bene e con i quali potrei perfettamente barcamenarmi.
Il problema è che in una situazione del genere…il flash è importante come i dischi per il DJ…è io quei dischi non li ho mai ascoltati.

Ho cercato di studiare tanto, di documentarmi, di capire…ma è tutto così tanto in così poco.
Ho chiesto aiuto ai quattro venti, a tutti gli amici. A tutto e tutti.
La paura resta.
Come vado lì? Con che spirito?
Il guadagno per adesso è…diciamo uno scambio in cui io, per certo, faccio le foto mentre la contropartita…diciamo che è un investimento in cui io so’ per certo cosa do ma non ho la benché minima idea di cosa tornerà indietro.
Dovrò far lavorare “lamateriagrigia” il più possibile. Mai come questa volta.
Forse il mio stato di agitazione è falsato da un’altra cosa che verrà…., che seguirà immediatamente dopo ma…sono “stordito”. Forse dovrei cercare aiuto nella musica…ma quella che sento io non è la stessa che dovrebbe essere suonata quella sera. E allora? Come faccio, come mi proteggo, come mi fortifico.
Mi corazzo con qualche pezzo dei RHCP? AC/DC? Queen? Ma lì ci sarà la disco! La musica (???) house.
Spero nel classico momento del “Revival”: i classici, insomma.
Durata dell’impegno: quattro o cinque ore…oh mamma…
Devo calmarmi. Devo guardare le foto che ho fatto e pensare: “sono belle? Bene. Le hai fatte te quindi…sarai pur capace!”
Si ma qui è un’altra storia!
Santa CameraOscura, proteggimi. Sant’Obiettivo, proteggimi. Maligno MicroMosso, stammi lontano.

Non ci sono due occasioni per fare una buona prima impressione. HELP!

Vabbé…esco. Vado a prendere il flash. Speriamo di non vomitare per il nervoso.

Amici, siatemi vicino!

MotoCiclante.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *