Io sono già beato perché festeggio il 1° maggio dei lavoratori

IMpossibile spiegare il perché di una cosa simile. Organizzare due eventi di tale portata lo stesso giorno. Certo, uno sono vent’anni che esiste mentre l’altro no. Chissà, magari si poteva anche pensare di celebrarlo il 29 giugno, in occasione della festa dei santi patroni di Roma. E invece no. Si è deciso di sovrapporre la cosa in maniera “coatta”. Francamente mi viene spontaneo pensar male e fare ragionamenti dietrologici del tipo “cerchiamo di cristianizzare il 1° maggio”. Non sarebbe la prima volta.

La speranza, però, è che questa cosa non l’abbia notata solo io, che non abbia dato fastidio solo a me. Non toccatemi il 1° maggio…almeno finché lavoro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *