H2-O quando l’oro da giallo e poi nero…diventerà blu!

H2-O

Vado in giro per la città e sento/leggo che la maggior parte di noi si preoccupa per il rincaro del petrolio. Qualche mese fa il mio “benzinaio di fiducia” mi ha passato sottobanco un’informazione interessante: “vogliono far arrivare il costo del barile a 200 dollari, prima della fine dell’anno”. Ah si? Ora gli vado a dire che m’ha detto una vaccata e che in realtà è che, per adesso, lo vogliono portare ad almeno 250 dollari, poi si vedrà. Capito, si?

Si, l’abbiamo capito. Ma…non vi fa un certo effetto quando andate al supermercato e comprate una bottiglia d’acqua o una cassa intera? Un litro e mezzo oscilla tra i 30 ed i 50 centesimi di euro (fonte e-coop).

Si legge in giro (giornali quotidiani, internet), che presumibilmente la prossima guerra verrà scatenata per accaparrarsi le ultime risorse d’acqua e non per il petrolio.

Certo, già adesso ci sono milioni di persone che non hanno accesso all’acqua potabile (non dico quella sanitaria…) ma presumibilmente, malgrado i numeri vadano crescendo esponenzialmente, il fatto di trovare i SUPER con gli scaffali carichi e carichi di casse d’acqua di ogni marca e “gassatura”, tende a “inquinare” la nostra percezione, circa la scarsità di questa risorsa.

Caspita, io ci metto attenzione e cerco di trasferire questa attenzione anche ad altre persone (parenti, amici, colleghi), eppure mi capita di sentire un caro amico che mi dice: “ho letto che lo spreco d’acqua domestico ammonta a meno del 3%…e allora sai che ti dico…che tutte queste paranoie quando mi lavo i denti non me le faccio più”.

Come???? Ma…non esistono sprechi grossi e sprechi piccoli. Sprechi importanti e sprechi non importanti. Uno spreco è uno spreco. Se è inutile perché lo fai? Dici “sai, ogni volta che devo aprire l’acqua sono costretto ad incidere un tubo di titanio con una sega circolare mentre, per chiuderlo devo saldare con l’ossiacetilene”, beh, allora ti darei ragione. Per forza.

Ma quando il tuo “sforzo” si limita a girare di pochissimi gradi uno stupidissimo pomello o a “flettere” la leva del miscelatore (uno spreco di energia pari a un quarantesimo di quanto si fatica per lavarsi tutti i denti, poi), perché cacchio non lo fai?

Ci deve essere per forza qualcosa che mi sfugge. Non ci arrivo. Sapete cosa vi dico? Vado a prendere un bicchiere d’acqua che ho sete e mi occorre per riflettere.

Saluti.

Davide.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *