Teatro S.Carlino – Pulcinella condannato a morte

Domenica mattina era in programma un giro al bio-parco di Roma. Il mal tempo c’ha fatto cambiare idea in favore di uno spettacolo al teatro delle marionette, il teatro di San Carlino a villa Borghese, sulla strada dell’orologio ad acqua.

Esperienza entusiasmante per i bimbi, increduli di fronte a tutti quei colori e personaggi animati.

La rappresentazione era “Pulcinella condannato a morte”. Attori bravissimi in grado di coinvolgere e tenere i bimbi incollati alle panche malgrado la totalità dei personaggi parlasse usando frasi in dialetto (non stretto, chiaramente…).

Di seguito qualche scatto della storia.

Pulcinella canta il suo amore a Pimpinella

——————————

Pulcinella abbraccia Pimpinella e la bacia facendo un tale rumore che “il guappo” non resiste ed esce per cantargliene 4

——————————

Pulcinella, ignaro, continua a cantare, prima su….

——————————

…e poi giù.

——————————

Alla fine arriva “il guappo” che minaccia Pulcinella…che lo copre di mazzate fino a stenderlo.

——————————

Arriva il gendarme che coglie Pulcinella con il morto nel sacco…

——————————

..e Pulcinella finisce in galera.

——————————

Pulcinella si confessa col prete che non gli da’ l’assoluzione.

——————————

…e si fa il tempo per la forca!

——————————

…ma Pulcinella è scaltro e inganna il boia, legandolo ben stretto nella sua stessa trappola di morte. E scappa.

——————————

…scappa e torna in piazza dove lo aspetta la sua Pimpinella per dirgli che il guappo l’ha ingannato per dargli una lezione e che non è morto. Mentre stanno parlando arriva anche il gendarme e poco dopo arriva anche il guappo infastidito da tutta quella confusione…tradendosi col carabiniere che chiede scusa a Pulcinella e porta il guappo in carcere.

2 comments