a.night@impromuzak.improvisation

Qualche sera fa ho avuto il piacere di andare ad ascoltare un caro amico. Di solito dirige me ed altri amici mentre attentiamo alla vita di canzoni famose…in questa occasione, invece, si è esibito con altri 4 amici (contrabbasso, sassofono soprano, batteria e chitarra elettrica…suonata anche con archetto di violino).

Fare foto in certe occasioni è complesso. I motivi sono molteplici. Uno su tutti, almeno per il sottoscritto è stato lo sbattere dello specchio della macchina fotografica. Mi distraeva e temevo che desse fastidio anche a loro. Poi c’era anche il flash, ogni tanto…e il timore di disturbarli aumentava.

Ho avuto in seguito la conferma che lo specchio della macchina si sentiva…e forse sarebbe anche stato captato dai microfoni…tutta via sono stato perdonato a fronte delle foto fatte.

Come al solito, buona visione.

Ah, il mio amico, Marco, è il tizio con la barba strana e quella sorta di clarinetto rossiccio che si chiama Tarabozz.

One comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *