L’Italia è uno stato di diritto…nel culo

Già, cosa diresti se il tuo vicino di casa, ex figura di riferimento tra le forze dell’ordine, iniziasse a fare i lavori di demolizione dentro casa, proprio alle 14.00 di sabato pomeriggio?

Mica un bagno guasto…una parete da segare.

Perchè mi chiedo, perchè. Perchè quasi chiedo scusa se respiro e la gente pretende le scuse se mi si incula? Qualcosa non va.
Tutti esistono nel rispetto degli altri, qualcuno si bea persino di diritti biblici. Alla fine, però, l’essere umano esce sempre allo scoperto e porta in superficie la sua vera natura. Lo stronzo. Di fatto si sa, la merda galleggia. È quindi per un principio fisico che l’atteggiamento negativo tende ac emergere.
Allora ci siamo, ok, ho capito: quello strano sono io, anzi, siamo noi. Quei pochi infelici che non sanno convivere con il disordine e la confusione legale. Non chiamiamola illegalità che pare troppo. Definiamola confusione legale. Si può fare? Mi pare di no ma…proviamo. Magari ci sbagliavamo. Se nessuno ci dice niente allora, evidentemente si potrà fare.
Si deve essere proprio questo il ragionamento, non ho dubbi.

Che fregatura il libero arbitrio. Praticamente ti consente di scegliere inconsciamente di potti dare le martellate sulle tue stesse palle senza neanche poterti lamentare. Fantastico.
E la misericordia? Si, mettici pure quella in tempi come questi…altro che misicordia.
Una volta ti dicevano “il pesce grosso mangia il pesce piccolo”. Non ero d’accordo’a almeno in natura, mediamente succede così. Adesso, a livello di natura, chi ha deciso che lo stronzo ti incula? È anche meccanicamente perverso oltre che inverso. Il mondo va alla rovescia.
Lo stronzo vuole entrare nel culo. Peccato che sia il tuo e non quello dal quale è uscito.
E mi dicono di non avere pazienza. Sono anni che evito una strage, quasi ogni giorno. E possibile che io sia stronzo tanto quanto gli altri e che nessuno me l’abbia mai fatto presente? Quasi voglio sperare di si. Almeno però adesso ditemelo. Dai, uscite alla scoperta e dite, sei sempre stato uno stronzo. Solo che non te lo abbiamo mai detto.
Voi me lo dite, mi metto l’anima in pace e ciccia. Ok?
Meglio andare, meglio cercare un buco nel deserto. Magari con aria condizionara.
Almeno lì sto solo finchè non finisco di sbollire.
D.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *