Le 20 cose più obsolete del decennio.

Dopo aver letto questo articolo relativo ad una classifica delle cose più obsolete del decennio, ho deciso di commentare creandone una mia personalissima visione. Molte di queste cose mi fanno capire quanto sia “cresciuto” per non dire invecchiato. Buona lettura.

1) non ho il video registratore dal 2005. Mi ha causato qualche seccatura tipo non poter fruire della copia originale di Febbre da Cavallo di “Steno”.

2) Con mi moglie, le agenzie di viaggio sono solo un termine a me poco conosciuto. Pensa a tutto lei. Per molti credo siano ancora più che indispensabili.

3) Separazione tra lavoro e vita personale…lo vedrei come una minaccia incombente. Messo come il piacere di lavorare suonerebbe meglio…ma non credo sia proprio così.

4) dimenticare….mmm a volte è curativo. Beneficio da gestire….col beneficio del dubbio. Anche perché a non dimenticare non sono io ma qualcun’altro che ricorda per me.

5) Librerie…mmm ditelo ad Al. Dovrete passare sul suo cadavere…e guardate che, non sembra ma è bello stazzato.

6) Orologi…mmmm secondo me ce ne sono mooooolti più di prima. Sono sul muro, nei pc, nei telefonini, nel forno, nella tv, sulla radio, in ascensore, al polso, sul bancomat…

7) le chat line esistono eccome. si sono solo spostate per stare più al caldo ed essere fiscalmente ancora meno rintracciabili

8) Mappe: prima si compravano a caro prezzo e con scarso profitto per essere usate in qualche rara occasione anche perché si sa, gli uomini non chiedono mai. Ora si comprano a caro prezzo per esporle in casa come opere d’arte. Bizzarro.

9) La chiamata come forma di comunicazione è superata? Mmm allora direi che alla comunicazione telematica manca ancora qualcosa. Persone che sposeresti dal vivo, via forum o social network le uccideresti. Ogni riferimento ad Al e geko è volutamente puntuale. 😀

10) mai usati. N/A

11) Mi sono separato dal mio motorola 28.8 k pochi anni fa. Lo tenevo come un ricordo prezioso. Ricordo perfettamente il giorno che lo comprai e il tempo che spesi col mio amico per installarlo e testarlo. Ricordo ancora le madonne dell’allora mia fidanzata, oggi mia moglie, per averla trascurata al posto della connessione ad internet…se solo avesse saputo cosa sarebbe stato internet per me…. 😀

12) mia moglie voleva comprare la enciclopedia per affrontare la sua tesi. Riuscii a convincere lei e la famiglia a spendere la metà della cifra prevista per una modesta 3cani, acquistando un pc con modem a 33.6. Essendo una tesi sul microcredito, poi, la mossa fu particolarmente vincente.

13) CD…magari fosse così. Ne vedo ancora tanti e di più. Anzi, come supporti sono certificati per resistere 100 anni alla perdita dei dati. I DVD mi pare di no. On line….boh…e a che prezzo?

14) Telefoni fissi (???). Vero. E, tutto sommato laddove resistono in luogo degli “insuccessevoli” e costoserrimi telefoni IP si trovano i Sirio scrausi, scrausi.

15) Macchine a pellicola…ne ho comprata una che va anche sott’acqua a mia figlia di 4 anni e mezzo. Ha un certo fascino per pochi euro e da’ un po’ di responsabilità nello scattare visti i costi pornografici di uno sviluppo e stampa….specie se il dito è quello impazzito di un bimbo.

16) Pagine gialle? Che sono? 🙂

17) I cataloghi a me piacciono ancora tanto. Sarà che per me “IL CATALOGO” era quello dei giocattoli sotto natale che faceva “La Giraffa” a via Cola di Rienzo quando ogni tanto metteva anche una formula uno giocattolo nera che ricordo ancora come fosse l’acqua nel deserto.

18) Il mio primo fax l’ho avuto qualche anno fa(x), elettronico…via Tiscali Mail. Ogni tanto mi fa smadonnare come pochi ma…in talune occasioni aiuta.

19) I fili oggi sono come i trucchi con la magia: ci sono ma non si vedono. Il wireless è entrato di diritto nelle cose che potrebbero uccidere come il microonde, il cellulare, le cose fosforescenti e radio Vaticana. Tutto sommato, visti i confratelli e salvando il microonde palesemente fuori concorso, io un occhio ce lo porrei.

20) Lettere scritte a mano o, in generale, scrivere a mano. Tempo fa feci un concorso in CONSOB…ancora ho i crampi per aver passato più di due ore a scrivere…il non uso atrofizza l’organo. Considerando che spesso il computer pensa al posto nostro….

21) Lo dico io. LE MONETE. In realtà ci sono eccome ed è questa la cosa che mi stupisce. Ci sono ancora tantissime monete di metallo. Costosissime, pesantissime, voluminose e scomode. Forse rappresentano una nazione tanto quanto la bandiera. Inspiegabile per me la loro esistenza ad oggi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *